martedì 11 novembre 2008

CHIUSURA DELLA FACOLTA' I SCIENZE POLITICHE A MODICA: CORSO DI LAUREA SERVZIO SOCIALE

La questione dell'Università in provincia di Ragusa diventa sempre più complessa!!!!!!!!
Dopo ave chiuso le immatricolazioni in Economia e Informatica Applicata, si è ben pensato di chiudere il Corso di Laurea a Modica di Scienze Sociali, Corso che appartiene all'Ateneo di Messina.

Devo dire che sono veramente dispiaciuta e amareggiata, non è possibile che tantissimi studenti sono costretti ad interrompere il loro percorso di studi e che tanti altri non possono nemmeno iniziarlo.
Il Diritto allo studio deve essere garantito a tutti e non capisco, sinceramente, perchè in questa Provincia non si riesca a capire che l'Università, oltre ad essere un'opportunità è anche una risorsa.
Bisogna capire che l'Università può funzionare, basta riorganizzare i corsi e rivedere la convenzione con i Comuni. Abbiamo bisogno di comprensione e di una grande disponibilità da parte del Consorzio Universitario e dei Rettori di Catania e Messina.
Abbiamo bisogno della partecipazione di tutti i giovani, che sono la forza necessaria per contrastare chi non vuole garantire il Diritto allo Studio.
Adesso BASTA, dobbiamo scendere in campo e se è necessario dobbiamo organizzare una grande manifestazione!!!!!!!

Per quanto riguarda la situazione in Scienze Sociali Marco Santoro, il nostro Consigliere di Facoltà, chiede l'immediata apertura del corso di laurea in Servizi Sociali.
E' scrive il seguente comunicato Stampa:

" Hanno proclamato lo stato di agitazione gli studenti che frequentano il corso di laurea in Servizi Sociali. Si paventa, infatti, la chiusura del corso con notevoli disagi per gli studenti non solo modicani, ma anche dell’intera provincia di Ragusa. Le lezioni, ad oggi, non sono iniziate. Gli studenti già lo scorso 25 giugno avevano denunciato come non risultasse nessuna iniziativa e comunicazione da parte degli enti preposti per quanto riguarda l’impegno al mantenimento del Corso di Laurea in Servizio Sociale presso la sede di Modica. “In questi quattro mesi – dice Marco Santoro, in rappresentanza degli studenti - ho profuso il massimo impegno dialogando con i vertici, sia del Consorzio Universitario Ibleo, che della Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Messina. Ho ricevuto da entrambi la disponibilità ad una repentina soluzione dei motivi che impedivano l’avvio del corso di laurea. Nell’ultima seduta del Consiglio di Facoltà di Scienze Politiche del 5 novembre scorso, abbiamo constatato, ancora una volta, che nessuna comunicazione era pervenuta circa il mantenimento del Corso di Laurea in Servizio Sociale a Modica nonostante le rassicurazioni e le promesse avute nel corso dell’ assemblea degli studenti. A fronte di un impegno della nostra deputazione nazionale e regionale che in toto si è insediata nel Consiglio di Amministrazione del Consorzio Universitario Ibleo per rilanciare e qualificare la presenza degli studi universitari nel territorio ragusano – aggiunge Marco Santoro - registriamo l’incapacità di mantenere attivo sul territorio un corso di laurea importante e storico per la città della Contea e dell’intero territorio ibleo. Vogliamo che si avvii subito il corso di laurea anche per il primo anno. Non possiamo consentire la chiusura del corso di laurea per un mero calcolo ragionieristico. Calcoli già risolti, in questi giorni, con l’Università di Catania. Le diatribe di spesa e di rendicontazione tra il Consorzio Universitario Ibleo e l’Università di Messina vanno immediatamente risolte con senso di responsabilità da parte di tutti. La pazienza è terminata”. Gli studenti hanno già pagato la tassa di iscrizione all’Università di Messina per frequentare il corso di laurea presso la sede decentrata di Modica; hanno preso in affitto le case senza poterle utilizzare per la mancanza dell’avvio delle lezioni e, adesso, aspettano risposte concrete dai vertici universitari".

Ringrazio, Marco, per il costante impegno e per tutto quello che sta facendo per difendere i diritti degli studenti del Corso di laurea in questione.
Sostengo la sua tesi e sarò a sua totale disposizione per ogni iniziativa utile a favore del diritto allo studio.

Valentina Spata

4 commenti:

Gianni ha detto...

La situazione è davvero grave. Assurdo che un Ateneo, a Novembre, quando tutti gli studenti si sono già attivati ed organizzati, decida questa "chiusura" ingiustificata.
Speriamo che il Consorzio si attivi per risolvere positivamente la questione

elisa t ha detto...

Ciao a tutti!!!!!!
Dobbiamo fare qlc per evitare la chiusura della nostra facoltà!!!
Non è giusto che tutti gli studenti non siamo informati bene su ciò che sta accadendo. Vogliamo chiarezza!!!!!!!
Elisa T.

manuela ha detto...

Manuela: non è possibile tutto ciò Vale fate qlcs ti prego!!!!!!!

gianna ha detto...

CIAO VALENTINA, BELLO IL TUO BLOG. CMPLIMENTI. CERCHIAMO DI FARE QUALCOSA INSIEME PER LA NOSTRA FACOLTA'. MAI POI NON SI SA MAI NIENTE. IERI C'E'STATA UN'ASSEMBLEA INDETTA DA SANTORO.
GRAZIE
GIANNA